Cos'è il lamellare? È un materiale strutturale composito altamente performante, ottenuto attraverso un processo di incollaggio a pressione di assicelle in legno da cui prende il nome: le lamelle. Tutte le assicelle sono state selezionate eliminando i difetti incompatibili con l'uso strutturale.

 

La resistenza meccanica del lamellare è di gran lunga superiore a quella del legno massiccio. Le travi ottenute possono avere misure e forme piuttosto diverse, senza limiti collegati alle dimensioni originarie dei tronchi.

 

La storia. Non si direbbe, ma in alcuni Paesi europei il lamellare è conosciuto e utilizzato da secoli. Le cronache raccontano di notevoli esperimenti di applicazione già nell'epoca rinascimentale, ma la tecnica è stata perfezionata agli inizi del Novecento per merito dello sviluppo tecnologico dei collanti.

 

Fin dal secondo dopoguerra, la grande affidabilità dei materiali ne ha permesso l'utilizzo su vasta scala. Negli anni Sessanta il lamellare è arrivato anche in Italia attraverso l'Austria, con apripista l'Alto Adige.

 

Testimonial d'eccezione. Il legno lamellare è il materiale più amato da alcuni tra i più grandi progettisti al mondo, tanto da essere ormai richiestissimo per opere a forte impatto architettonico che, anche in Italia, hanno contribuito a farne conoscere il valore. È ad esempio la cifra stilistica dell'Auditorium Parco della Musica di Roma realizzato da Renzo Piano.

 

Solidità e leggerezza

Il lamellare può sopportare pressioni quattordici volte superiori all'acciaio grazie alla considerevole capacità di carico rispetto a un peso specifico ridotto. Pur essendo cinque volte più leggero del calcestruzzo, ha la stessa resistenza alla compressione.

 

Isolamento termico e acustico

Se il legno è un ottimo isolante termico e acustico, il lamellare ne amplifica le prestazioni anche in questo ambito. Grazie alla bassissima conducibilità termica ed elettrica si possono ottenere strutture di spessore limitato ma capaci di trattenere il caldo in inverno e il fresco in estate, con un basso consumo energetico. Una parete in legno massiccio di dieci centimetri corrisponde a una parete in cemento di 160.

 

È per sempre

Il principale luogo comune sul legno è che sia un materiale facilmente deteriorabile. Niente di più falso. In numerose parti del mondo ci sono esempi significativi di edifici secolari ben conservati. Il lamellare poi è inattaccabile sia da parassiti che da muffe. Se ben progettato, realizzato con materiali di qualità e ben curato, un edificio in legno può durare teoricamente in eterno. La manutenzione non è più elevata rispetto alle costruzioni in calcestruzzo, che periodicamente necessitano di interventi con costi da non sottovalutare.

 

Non teme il fuoco

Il legno è noto per essere un materiale piuttosto infiammabile, ma pochi sanno che il prodotto lamellare è caratterizzata da un'elevata resistenza alle fiamme. Lo strato superficiale esterno è liscio e compatto e in caso d'incendio viene carbonizzato in modo uniforme. Si genera così una barriera protettiva che impedisce al fuoco di progredire e aggredire in profondità.

 

Rapidità di installazione

Nessun cantiere gode della stessa celerità nelle operazioni di installazione. Grazie alla sua versatilità nell'ottenere la forma e lo spessore desiderati, alla standardizzazione di giunti e bulloneria, il lamellare dà un senso compiuto alla filosofia del prefabbricato. I profili sono sagomati già all'interno del nostro stabilimento e attendono solo la posa in opera, tutto a vantaggio dei costi finali. Sono da dimenticare i tempi di asciugatura e disarmo.

 

CONTINUA...

 

 

Il lamellare:

la qualità del legno al quadrato.

RIVOLGI LE TUE DOMANDE

edilwood@tiscali.it edilwoodmonastir@pec.it

chiamaci

+39 (070) 917 78 88

+39 380 744 60 26

© Copyright 2016 by EdilWOOD S.r.l.